domenica 8 maggio 2011

09_ Waiting (Sunny)


La notte eterna di Homana avvolgeva il giardinetto che circondava la Casa e le sue alte mura protettive; Sunshine osservava incantata l'ingresso di mattoni da cui sarebbero sbucati presto i suoi amici, o almeno, così sperava.
-Sono in ritardo...Sono dannatamente in ritardo...
Erano due ore buone che Quinn girava intorno alla stanza ripetendolo, Sunny non gli prestò attenzione, i suoi occhi blue erano fissi su quella parete, come incollati.
Da quando Raxek aveva dato l'allarme di ritardo da parte del gruppo di Marcos e Seth e da parte di quello di Vince, Merry e Lucy, il piccolo genio non aveva lasciato la sua postazione alla finestra, come se staccare gli occhi da lì potesse in qualche modo influire sul ritorno o meno dei suoi amici.
-Sono in ritardo maledizione...
Oltre a Quinn nessun altro nella stanza parlava, Milena, Jensen e Raxek sedevano silenziosi, dai rapporti ricevuti alle prime luci dell'alba (nel senso metaforico del termine) sapevano che gli altri ribelli erano tutti tornati alle loro case, sani e salvi.
A quanto pareva solo i loro comapgni più stretti mancavano all'appello.
Quinn si fermò e sospirò lanciando un occhiata all'orologio che li sovrastava, appeso alla parete.
Quattro ore...
Sarebbero dovuti rientrare quattro ore fa.
"Non sono morti, non sono morti, non sono morti" Sunny se lo ripeteva in silenzio come fosse stato un mantra.
Raxek le scocco un occhiata piena di apprensione e le andò vicino, le mise una mano sulla piccola spalla.
-Sunny...
-Eccoli!!!
Sunshine scattò in piedi.
-Marcos e Seth!!
Jensen si alzò teso come una corda di violino, tutti guardarono la porta che si apriva.
Marcos e Seth erano stanchi e alquanto sporchi, a nessuno sfuggì che le mani della veggente erano macchiate di sangue quasi sino al gomito.
Quinn li guardò preoccupati.
-Cosa è successo?
Marcos si lasciò scivolare sul divano mentre Seth sorridendo scuoteva la testa.
-Nono, non preoccuparti, niente di speciale, Marcos farà rapporto...Se vorreste scusarmi, io vorrei farmi una doccia...
Detto ciò prima che chiunque potesse ribattere Seth scappò su per le scale.
-Non sta bene...
Decretò Jensen.
-Vado ad aspettarla in camera, forse vorrà parlarne...
Dettò ciò il ragazzo seguì la gemella su per le scale. Gli altri si girarono tutti per osservare Marcos, in attesa di spiegazioni, Quinn corrugò la fronte notando il terzo occhio del Tristera spalancato e vigile.
-Allora?
-Abbiamo salvato un ragazzo
-Per favore più chiaro
Marcos sospirò.
-Io e Seth stavamo pattugliando i piani bassi quando d'un tratto abbiamo sentito dei rantoli provenire da una delle fogne, ci siamo calati e abbiamo scoperto il corpo di un ragazzo... Aveva le mani legate dietro la schiena e pareva che qualcuno avesse cercato di massacrargli la testa a colpi di catene. Seth ci si è avventato contro, il ragazzo era vivo per miracolo...
A quelle parole il volto di Marcos si adombrò, Quinn non mancò di notarlo.
-Continua...
-Lo abbiamo portato ad uno degli orfanotrofi gestiti dalle suore, la scelta è stata mia. Quelle donne molto spesso sanno fare più dei medici e si curano dei malati molto più che negli ospedali inoltre...
-E' un luogo più discreto...
Marcos osservò il suo capo e annuì.
Raxek cominciò ad agitarsi sulla sedia.
-Fuori il rospo Marc...
Borbottò cercando di mantenersi sul gentile. Il Tristera osservò i compagni uno per uno.
-Non sono un esperto in materia ma il ragazzo aveva un odore strano. Potrei sbagliarmi ma, puzzav...cioè odorava di mezzosangue...
Calò il silenzio.
-Un mezzosangue? Intendi un mezzo umano, mezzo vampiro?
Chiese Sunny con estrema innocenza, Marcos annuì.
-Impossibile, i Giovanni e i Ventrue non fanno bastardi, l'idea li fa troppo schifo e gli altri clan vampirici sono in letargo o a troppe miglia da Homana...
-E allora di chi può essere Rax?
Raxek non riuscì a rispondere, Marcos si voltò verso Quinn che era rimasto in silenzio.
-Sono assolutamente certo che il ragazzo sia stato condannato a morte, la scena sembrava proprio quella di un esecuzione. Sicuramente chi l'ha preso a “catenate” credeva fosse morto quando l'ha lasciato..
-Quanti anni poteva avere?
Quinn parve destarsi dai suoi pensieri all'improvviso.
-Una ventina direi...io proporrei di tenerlo d'occhio finché non ne sapremmo di più.
Quinn annuì.

-Quanto sono belli i disegni sulla pelle voi non credete?
Era stata Milena a parlare, tutti volsero lo sguardo verso la ragazza che, come suo solito, osservava il vuoto, persa in chissà quali pensieri, Quinn alzò un sopracciglio:
-Intendi i tatuaggi?
-Sì...Tatuaggi...si dice che ognuno abbia un significato...
Raxek tossicchiò per reprimere una risata mentre Sunny guardava Milena con estrema perplessità, solo Marcos pareva raggelato dalle parole della vampira.
-Quinn...il ragazzo portava un sacco di tatuaggi, ne aveva il torace e le braccia pieni!
A quelle parole tutti osservarono Milena più incuriositi di prima, ma la ragazza con la testa non era più con loro,se mai ci fosse davvero stata...
Quinn scosse la testa e prese un ampio respiro.
-Ok, credo di aver bisogno di una sigaretta, sorveglieremo questo ragazzo, sinché non si riprenderà sarebbe inutile interrogarlo...Piuttosto ho una preoccupazione che mi pressa maggiormente al momento, Marcos hai notizie di Vince, Merry e Lucy?
Marcos scosse il capo, intento a ricucirsi il terzo occhio.
Il sollievo che aveva riempito le mura del soggiorno tornò a dileguarsi, anche gli occhi di Sunshine persero la loro naturale luminosità.

Passarono altre due ore in cui nessuno si mosse.
Sunny era tornata alla finestra, ad osservare il muro di mattoni e Quinn passeggiava nervosamente per la stanza borbottando frasi sconnesse.
D'un tratto il piccolo genio lanciò un grido acuto e si lanciò verso la porta d'ingresso, aprendola di scatto.
Sulla soglia un Vince sfinito reggeva una Merry distrutta, col viso devastato dal pianto.
Sunshine le dette una mano per farla arrivare sino al divano.
Quinn afferrò Vince per il bavero della giacca.
-Cos'è successo?! Dov'è Lucy?!
Gli occhi di Vince si riempirono di lacrime, lacrime di rabbia che gli fecero mordere forte il labbro inferiore.
-I NATO...L'hanno presa i NATO




(Foto waiting_by_forgiven51 da DA modificata)

2 commenti:

  1. ho trovato la base di Homana O.O menomale che l'hanno stroncata sul nascere... http://cafelab.blogspot.com/2010/12/kowloon-walled-city-la-citta-ad-alta.html

    RispondiElimina
  2. Gesù che cosa orribile O___O"""

    RispondiElimina